fbpx
Successo Senza Sforzo

Amore per sé stessi o bisogno di approvazione?

Amore per sé stessi

o bisogno di approvazione?

Spesso confondiamo l’amare sé stessi con il bisogno di approvazione.

Ma l’amore per sé stessi non ha niente a che fare con il bisogno di importanza.

Mi capita spesso di leggere post che inneggiano all’essere forti oltre ogni limite, mentalmente o fisicamente, come prova dell’amore per sé stessi, o di allenarmi in palestra e vedere persone che chiedono al loro corpo molto di più di quanto sia pronto a fare.

“Se tieni a te stesso non ti racconti scuse”, è uno dei proclami.

Ma dietro questa frase cosa si nasconde?

Se tenere a sé stessi significa andare oltre alla propria fisiologia, alle proprie caratteristiche, fisiche e mentali, significa non rispettare sé stessi, il che è piuttosto lontano dall’amarsi.

Il voler dimostrare a sé stessi di poter andare oltre il proprio limite, nasconde invece il bisogno di essere approvati da qualcuno al di fuori di noi.

Perché? Perché forse ci sentiamo piccoli; perché forse ci sentiamo deboli e temiamo di essere emozionalmente indifesi; perché forse dobbiamo ricucire cicatrici del passato.

Ma senza voler psicanalizzarne i motivi e considerando invece i risultati di questo voler buttare il cuore oltre l’ostacolo, di questo voler raggiungere determinati obiettivi costi quel costi, non posso che vederne la disfunzionalità.

Dal punto di vista fisico, esperti di fisiologia del corpo, potrebbero spiegarvi molto meglio di me gli effetti ossidativi dello stress, il mancato recupero e la mancata rigenerazione cellulare, gli strappi e gli stiramenti muscolari, l’invecchiamento cellulare, ecc. Portare il corpo oltre il limite non è affatto frutto dell’amore per sé stessi, ma è la conseguenza del non rispetto per il proprio corpo. È scegliere “la medaglia” dell’approvazione.

Dal punto di vista mentale, gli effetti di questa sorte di desiderio o di delirio di onnipotenza, provoca danni altrettanto gravi.

Il rischio è di identificarsi con l’obiettivo, di dargli un significato quasi di vita o di morte (quanto meno emozionale). Così, se l’obiettivo non viene raggiunto, arriviamo a sentirci delle nullità, davanti ai nostri occhi e a quelli degli altri, e la delusione può essere così forte dall’impedirci di intraprendere qualsiasi altra attività e di lasciarsi vivere fino alla fine.

Ma anche quando l’obiettivo viene raggiunto, l’eccitazione che ne deriva ci porta a desiderare di provare ancora quella sensazione, che richiede il porsi un obiettivo ancora più grande, al suon di “niente è impossibile” o di “boia chi molla”, fino ad arrivare al punto dello schianto.

Inoltre, quell’obiettivo era davvero nostro? Perché quando l’obiettivo deriva dal bisogno di approvazione esterno, spesso non ha niente a che vedere con ciò che è veramente importante per noi nel profondo di chi siamo.

Amare (davvero) sé stessi significa conoscersi e apprezzarsi per ciò che si è, per quella combinazione unica che ognuno di noi è.

Allora i risultati diventano la naturale conseguenza delle nostre caratteristiche, non ci identifichiamo in un obiettivo da raggiungere e non abbiamo bisogno di esservi così attaccati.

Pensa a quante volte ti è capitato di raggiungere il risultato sperato proprio quando avevi lasciato andare l’attaccamento a quel risultato?

Come dopo un allenamento, quando la vera sensazione di benessere la si ha non quando si va oltre, ma quando si ascolta i limiti del proprio corpo che chiede di non esagerare.

Perché alla fine spesso, non vince chi sembra più figo, ma vince chi molla il bisogno di approvazione.

Andrea Favaretto

Tags:

about Andrea Favaretto

Ciao, sono Andrea Favaretto. Sono fondatore dell’Unconventional Coaching School® e del programma Successo Senza Sforzo. Sono passati più di vent’anni da quando ho mosso i primi passi nella formazione, come allievo, come trainer, come coach. L’idea che ognuno di noi possa prendere in mano la propria vita, il proprio tempo, e farne qualcosa che lo appassiona e lo rende felice mi ha sempre guidato nel trovare nuovi strumenti, nuove strade. Ho creato il programma e il corso Successo Senza Sforzo per mettere le persone, nella DIREZIONE giusta per scoprire il PROPRIO modello di successo. A presto! Andrea

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.