fbpx
Successo Senza Sforzo

Prima il piacere poi il dovere. Errore di battitura?

Prima il piacere poi il dovere. Errore di battitura?

Quando dico “prima il piacere poi il dovere”, le persone mi guardano un po’ confuse.

La cosa non mi meraviglia affatto, perché fino qualche anno fa avrei avuto la stessa reazione.

Come me infatti, è molto probabile che anche tu sia stato educato con frasi del tipo “prima il dovere poi il piacere” e “volere è potere”.

Mia madre me lo ripeteva all’infinito: «Andre, nella vita ci vuole forza di volontà».

E per almeno trentotto anni non ho mai messo dubbio a questo, che consideravo uno dei cardini del raggiungimento dei risultati e di una vita soddisfacente.

Poi un giorno assisto ad un seminario di Paul McKenna e sento questa affermazione:

«Non è vero che volere è per forza potere, ci hanno sempre detto che è così, ma il nostro cervello non funziona attraverso questo principio. La forza di volontà non ha mai assicurato risultati a lungo termine.
La forza di volontà è utile e funziona sul breve termine, perché grazie a essa ti prendi l’impegno di iniziare qualcosa, ma sul lungo termine la forza di volontà è fallimentare, perché è vissuta come uno sforzo e l’essere umano non è strutturato per vivere in uno sforzo costante».

E’ a quel punto che mi sono chiesto:

E se fossimo stati educati al contrario? Se la forza di volontà e il senso del dovere non mi consentono di ottenere quei risultati che migliorano la mia vita, cos’altro?”

La ricerca del piacere!

È infatti la ricerca del piacere che muove le persone a fare determinate cose, a voler ottenere certi risultati, non per forza il dovere.

Da quel momento, ho inserito il PIACERE come carburante, come energia, in quello che facevo, e questo ha reso più leggero (non superficiale, sia inteso) e meno stressante il mio modo di vivere e di lavorare.

E così, partendo da come funzioniamo, da come funziona la nostra mente, sono arrivato a tre strategie che voglio condividere con te, perché possano generare piacere anche nella tua vita, e consentirti di raggiungere il risultato principe di tutti: vivere bene e con senso di soddisfazione, anche in ciò che già si fa.

  1. prenditi un giorno per te stesso (ogni tre o sei mesi, o una volta all’anno), lontano da distrazioni, in cui butti giù solo idee, che non devono riguardare il tuo lavoro, di cose che ti piace fare
  2. definisci i tuoi confini. I confini sono di cui parlo sono di due tipi: in termini di impegno e in termini di orario. I primi riguardano la distinzione di quelle cose che dipendono da te, da quelle che possono non dipendere da te e di cui non vuoi più la responsabilità. Non è detto che tu possa liberartene immediatamente, ma puoi decidere come ed entro quando delegarli. I secondi, quelli in termine di orario, ovvero quali sono i momenti della giornata dedicati a te.
  3. La self care list: quali sono le cose che ti danno piacere? Fai una lista delle cose che non richiedono soldi, che dipendono esclusivamente da te, e a cui puoi accedere facilmente ogni giorno (almeno una o due) che rappresentano per te una coccola, che nella tua vita ti serve come combustibile. La domanda che guida la formulazione della self care list è: “Cosa mi crea ispirazione? Al termine di una giornata anche pesante, cosa mi fa dire che è stata una bella giornata?”

All’inizio potrebbe sembrarti complicato, o una vocina interna potrebbe dirti che questa roba non fa per te, che non hai abbastanza tempo per seguirle, ma perché non provare?

Cosa succederebbe se ti concedessi la possibilità di provarci?

Potresti scoprire come il piacere sia la CHIAVE per alleggerire la tua giornata, i tuoi impegni, i tuoi doveri.

Andrea Favaretto

Tags:

about Andrea Favaretto

Ciao, sono Andrea Favaretto. Sono fondatore dell’Unconventional Coaching School® e del programma Successo Senza Sforzo. Sono passati più di vent’anni da quando ho mosso i primi passi nella formazione, come allievo, come trainer, come coach. L’idea che ognuno di noi possa prendere in mano la propria vita, il proprio tempo, e farne qualcosa che lo appassiona e lo rende felice mi ha sempre guidato nel trovare nuovi strumenti, nuove strade. Ho creato il programma e il corso Successo Senza Sforzo per mettere le persone, nella DIREZIONE giusta per scoprire il PROPRIO modello di successo. A presto! Andrea

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.